Riccardo Vailetti

Vogliate scusarmi ma non ho una strada delineata da un assoluto voto al teatro, da piccolo mi piacevano sopratutto le arti marziali ed i fumetti giapponesi.

Mai neanche mi venne , in periodo scolastico, di iscrivermi ad un corso di teatro,neanche lontanamente.

Per me il teatro è arrivato a 27 anni dopo una fuga da un mondo lavorativo unidirezionale (azienda di famiglia),

il teatro è arrivato in maniera prepotente , e mi ha rapito per tre anni dalla routine quotidiana, è stata una di quelle scelte “salto” a cui non si torna indietro .

Dopo l’iscrizione alla performing arts university Torino ,con un percorso full immersion ispirato agli insegnamenti di Jacques LeCoq, ha iniziato a crescermi dentro questa passione , fino a che ho capito  che per me questa forma d’arte è come una valigia . che mi permette di viaggiare , di creare, di ricercare. Un mio centro di gravità permanente.

Il mio percorso è stato poi un salto da una passione ad un altra,da una tradizione ad una ricerca personale.

Mi piace iniziare senza sapere bene dove andrò ,

quello lo scoprirò piano piano , la direzione va verso un tesoro:

uno dei tesori della ricerca è senz’altro il sentire lo stupore dentro e trasmetterlo.

Che sia un gioco di magia che sia una gag comica, o il creare un burattino, il succo è sentire questo punto di connessione con le altre persone,cercare di dare il massimo e creare bellezza…

Questo curriculum ha anche persone importanti che sono state insegnanti ,aiuti , per accogliere meglio tecniche e sensibilità .

 

 

 

 

 

Curriculum artistico breve di Riccardo:

Studia al liceo artistico, conclude 3 anni di formazione intensiva alla Performing arts University Torino (più di 6000 ore) predilige studi in giocoleria,maschere,strumenti musicali.

Frequenta vari stage tra cui:Raffaella Giordano,Giorgio Rossi ,Virgilio Sieni , Claude Coldy,Marigia Maggiupinto,Max Vandervorst,Fabrizio Paladin,Loco Brusca,Riccardo Maffiotti.

Studia voce presso l’istituto modai conseguendo un attestato di specializzazione artistica (3°anno).

Frequenta corsi professionali di teatro di figura prevalentemente presso la M.a.a.f  di Pinerolo e presso il teatro di Sipario D’orba studiando con diversi maestri tra cui Mottram,Broggini,Thomas Lundqvist,Natale Panaro e Matthias Tragger,circa teatro.

Sperimenta da autodidatta altre discipline artistiche, mette in scena differenti commedie di teatro ragazzi con la compagnia micromundi ,vincono il premio Gianduja di pezza sezione bambini al teatro del lavoro di Pinerolo con lo spettacolo Tran-tran.